Mostra2021-04-12T10:01:48+00:00
Loading...

IO È UN’ALTRA
Chiara Calore e Greta Ferretti
a cura di Daniele Capra

Io è un’altra analizza le potenzialità immaginifiche eversive dell’alterità, della deformità e del grottesco attraverso opere su tela e su carta di Chiara Calore e Greta Ferretti. La ricerca delle due artiste scandaglia gli ambiti del surreale e dell’assurdo ricorrendo a una figurazione articolata e destabilizzante, nella quale elementi realistici sono mescolati all’inatteso, al deforme e al mostruoso. Le opere sono state realizzate appositamente per D3082, spazio sempre visibile e in dialogo con la città, nato tra le mura di Domus Civica con lo scopo di valorizzare il lavoro di artiste.

Il titolo della mostra è la declinazione femminile di una delle più note affermazioni di Arthur Rimbaud («Io è un altro»), in cui egli analizza come il poeta debba varcare l’ordinarietà e farsi veggente grazie a «un lungo, immenso e ragionato disordine di tutti i sensi». Nella ricerca di quel limite l’identità individuale opera senza vincoli, in una modalità immaginifica e proiettiva che ritroviamo intensamente nelle opere di Calore e Ferretti.

La pittura di Chiara Calore è caratterizzata dalla sovrapposizione di elementi figurativi, accostati sulla tela in forma ironica e visionaria. Le sue opere sono caratterizzate da un’atmosfera lisergica, in cui soggetti animali e umani, proiezioni personali, autoritratti e rimandi a opere della storia dell’arte si combinano in modo surreale e caustico. Prende così forma una danza sfrenata dove i soggetti fluttuano anarchicamente, immersi in un’orgia di colore.

L’opera di Greta Ferretti è intrisa di una forte tensione narrativa e da un’intensa carica psicanalitica. I suoi lavori su tela e su carta raccontano storie curiose, fatti paradossali o assurdi, vissuti in un’atmosfera surreale e onirica, dominata da colori liquidi ed evanescenti. Ferretti evidenzia così le imprevedibili antilogie del comportamento umano e il turbamento emotivo originato dal continuo ricombinarsi di realtà, vuoto e proiezione onirica.

Il testo completo di Daniele Capra qui: https://www.d3082.org/ioeunaltra.pdf

la stampa

nelle opere la composizione e l’anatomia dei corpi sono turbate da metamorfosi

Arte.it

vedere oltre con Chiara e Greta

Il Mattino

l’arte dell’inaspettato

Venezia Today

l’universo onirico di Chiara e Greta

Gazzettino

figurazione articolata destabilizzante e anarchica

La Nuova

le loro opere sono così sentinelle che raccolgono le suggestioni del proprio universo onirico

Artribune

Allegati

Questo sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento dei servizi. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy Ok